Prezzo degli impianti dentali: ecco tutto quello che c’è da sapere

Hai intenzione di riabilitare uno o più denti mancanti e il tuo dentista ti ha proposto l’impianto? Qual è il loro costo medio? Conviene andare in Croazia? Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere sul prezzo degli impianti dentali.

I costi dell’implantologia dipendono da molti fattori, in primis dalla condizione clinica del paziente, ovvero dalla severità del suo caso e dalle condizioni generali di salute; ma anche dal numero di denti da sostituire e da tecniche e materiali con cui sono realizzati gli impianti. Svisceriamo dunque l’argomento per fare chiarezza.


Indice:

  1. Fattori influenzanti il prezzo degli impianti dentali
  2. Il metodo
  3. Carico
  4. Tipo di riabilitazione
  5. Qualità dell’impianto
  6. Equipe di lavoro
  7. Turismo dentale e odontoiatria low cost
  8. Passaporto implantare
  9. Prezzo degli impianti

I fattori influenzanti il prezzo degli impianti dentali

Alcuni pazienti sono convinti che risparmiare dal dentista sia un po’ come scegliere lo stesso prodotto in due supermercati diversi.
Si è attratti dal prezzo degli impianti più basso, certi del fatto che il risultato finale sia poi lo stesso.
Ma è davvero così?

Come può una Ferrari costare quanto una Panda?
Indubbiamente, così come il range di prezzo di un’auto può oscillare a seconda degli optional e degli accessori che si intendono inserire, alla stessa maniera sui prezzi per un trattamento implantare possono influire numerosissimi fattori, essenziali e marginali.

auto da corsa

Il metodo: implantologia tradizionale o implantologia moderna?

Il metodo chirurgico con cui si inserisce l’impianto può senza dubbio condizionare il costo di una vite implantare.

L’implantologia tradizionale è una tecnica che prevede l’incisione e lo scollamento delle gengive e quindi l’utilizzo dei punti di sutura.

L’implantologia moderna mini invasiva invece consente di non incidere né scollare le gengive e non necessita di punti.
Questa tecnica (quando è applicabile), anche se più costosa della tradizionale, ha numerosi vantaggi, in primo luogo la riduzione del dolore e del gonfiore post operatorio.

Quando è possibile perciò si ricorre all’implantologia moderna (mini invasiva) lasciando la metodica tradizionale solo ai casi di impianti singoli o piccoli ponti.

Carico: immediato o differito?

Con il carico immediato si hanno i denti fissi in poche ore dall’intervento; è una tecnica che viene utilizzata quando mancano o si stanno per perdere i denti anteriori, così da evitare tempi di attesa e consentire ai pazienti di sorridere entro poche ore.

Con il carico differito, dopo l’inserimento delle viti si attendono quattro mesi per posizionare i denti fissi, affinchè possa avvenire l’osteointegrazione.
È una tecnica che viene utilizzata soprattutto per i denti posteriori o quando ci sono già delle protesi che garantiscono un minimo di estetica.

La tecnica a carico immediato ha un costo più alto, ma consente di tornare subito a sorridere con una protesi fissa (ed evitare di stare senza denti dopo l’intervento o di utilizzare protesi provvisorie rimovibili).

Tipo di riabilitazione: intera arcata o piccoli ponti/denti singoli

  • Intera arcata: si tratta di una riabilitazione che viene effettuata quando mancano o si stanno per perdere tutti i denti;
  • Ponti: si realizzano quando mancano alcuni denti; ad esempio, per inserire tre denti potrebbero essere sufficienti due impianti;
  • Denti singoli: in questo caso per sostituire un dente mancante è sufficiente inserire un singolo impianto.

protesi removibile su impianti

Naturalmente più è estesa la riabilitazione necessaria, più aumentano i costi.

Qualità dell’impianto

La superficie e l’anatomia dell’impianto in titanio influenzano il successo del trattamento.

Esistono in commercio circa 2000 tipologie di impianti, ma non tutti hanno le stesse caratteristiche e offrono ai pazienti le stesse garanzie di qualità.

Ne deriva, un prezzo degli impianti dentali differente.

L’esperienza dell’équipe di lavoro: sentirsi al sicuro

Indubbiamente, nella valutazione di un preventivo per un impianto dentale assume notevole importanza l’esperienza dell’implantologo.
Confrontarsi con uno specialista significa relazionarsi con un ambiente abituato a certi tipi di richieste.

Svolgere correttamente interventi di implantologia routinari è diverso che farlo una volta l’anno.

tc cone beam

Affidarsi ad un professionista specializzato o perfezionato all’implantologia: insomma un dentista che le ha viste proprio tutte.
In più, solitamente, uno specialista possiede una gamma di attrezzature e strumenti che un generico difficilmente può avere.

Esperienza, tecnologia e conoscenze.

Turismo dentale e odontoiatria low cost

Se i prezzi sono stracciati evidentemente qualcosa non va in quanto c’è una soglia di tariffe al di sotto delle quali non si può scendere.
Nei centri low cost il paziente diventa cliente, è un numero che deve fatturare.

È comprensibile che un prezzo basso possa essere attraente, ma prima di cedere alla tentazione del low cost è opportuno fermarsi un attimo a riflettere sulle conseguenze.

Forse non lo sai ma gli impianti sono operazioni che necessitano di una costante assistenza postoperatoria, pertanto praticare all’estero un intervento di implantologia significa ritornarci almeno ogni tre mesi per eseguire l’igiene professionale e i controlli di routine, entrambi fondamentali per la riuscita dell’impianto stesso.

impianti dentali

Adesso non ci pensi, ma con il passare del tempo questo tipo di spostamenti possono risultare sempre più difficoltosi, e in caso di complicazioni non si può correre dal dentista in giornata.

Significa inoltre avere meno strumenti legali in caso di lavori eseguiti male, ad esempio protesi realizzate con materiali scadenti.

Significa affidarsi a compagnie low cost che oggi sono aperte e domani chissà… perché, come ci insegna la cronaca recente, non sono rari i casi di chiusure improvvise che lasciano i pazienti in grave difficoltà.
È quindi opportuno chiedersi a che prezzo si risparmia, perché pensarci prima evita di scoprirlo a proprie spese e di pagare un conto assai più salato di quanto previsto, e non solo in termini economici.

Inevitabilmente il prezzo degli impianti dentali sale, per via di tutte queste spese inaspettate.

Passaporto implantare: cos’è e perché è importante

Perché i migliori dentisti rilasciano il passaporto implantare e altri nemmeno lo menzionano? Semplice, perché tale documento contiene informazioni che attestano la qualità dell’impianto dentale. Se questa manca, è comprensibile che l’odontoiatra non ne faccia cenno (e che tu devi preoccuparti). Esattamente, il passaporto contiene:
  • dati del fabbricante;
  • lotto di fabbricazione;
  • tipologia e dimensioni dell’impianto;
  • posizione del dispositivo;
  • dati dello studio dentistico;
  • data dell’intervento;
  • dichiarazione di originalità dei componenti utilizzati;
  • materiali utilizzati.
Nell’infelice ipotesi che occorra intervenire nuovamente su un impianto dentale, il passaporto implantare è un supporto indispensabile per capire come operare.
Conservalo sempre.

Prezzo degli impianti dentali

Ecco in definitiva una panoramica dei costi medi di una riabilitazione implantare:

Costo impianto al dentista 75 – 400 euro
Costo impianto al paziente 700 – 2.000 euro
Costo corona al dentista (odontotecnico) 100 – 600 euro
Costo corona al paziente 500 – 2.000 euro
Costo impianto compresi moncone e corona 1.200 – 4.000 euro
Costo per arcata al paziente (impianti più corone in ceramica) 8.000 – 30.000 euro
Costo per arcata in resina o composito al paziente 4.000 – 12.000 euro
Costo aggiuntivo per arcata della chirurgia guidata 800 – 3.000 euro
Costo aggiuntivo per arcata di un provvisorio a carico immediato 2.000 – 5.000 euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *