Protesi fissa su impianti: ecco come avere tutta l’arcata in poche mosse

Porti una vecchia dentiera e vorresti denti fissi? Quali sono le riabilitazioni possibili nel caso in cui dovessero mancare tutti i denti? Scopriamo insieme tutti i segreti sulla protesi fissa su impianti.

I principali tipi di protesi dentaria fissa per pazienti che hanno perso tutti i denti prevedono l’utilizzo di ponti su impianti, avvitati oppure cementati alle viti stesse.

Le riabilitazioni più comuni in tal senso sono Toronto bridge e All on four (e le sue varianti).
Scopriamo insieme di che si tratta.


Indice:

  1. Toronto bridge e All on four
  2. All on four: vantaggi e svantaggi
  3. Toronto bridge: vantaggi e svantaggi
  4. Altre metodiche

Toronto bridge e All on four: una panoramica

Toronto bridge e All on four sono un tipo di protesi fissa su impianti che, come dice il nome stesso, sostituiscono i denti di un’intera arcata ancorandosi in maniera fissa a delle viti. 

Generalmente, il Toronto bridge prevede l’utilizzo di impianti corti e dritti.

protesi removibile su impianti

Invece, l’All on four e le sue varianti (come l’All on six), consistono in protesi fisse su impianti (rispettivamente su quattro o sei impianti) in cui le ultime due viti sono molto inclinate, per seguire l’anatomia delle zone posteriori senza ricorrere a rigenerazioni ossee in pazienti con poco osso.

Per quanto concerne i materiali, entrambe le tipologie di protesi possono essere realizzate con denti in resina oppure in ceramica. Solitamente, poiché All on four e All on six sono delle alternative più economiche, queste vengono realizzate in resina, perché la ceramica ha un costo circa doppio rispetto alla resina.

Pro e i contro di All on 4 e All on 6?

Solitamente la metodica All on four viene eseguita soprattutto nella mandibola, la quale possiede un osso più compatto e resistente.
A livello del mascellare superiore invece, generalmente si predilige il protocollo All on six, in quanto l’osso è decisamente più spugnoso e meno affidabile (soprattutto per il carico immediato).

arcate all on four
Arcate riabilitate con tecnica all on four.

Le protesi fisse su impianti All on 4 o All on 6 presentano i seguenti vantaggi:

  • nella maggior parte dei casi permettono di evitare la rigenerativa ossea;
  • Il lavoro risulta essere complessivamente meno costoso;
  • la procedura è di solito meno invasiva rispetto alla Toronto bridge.

Lo svantaggio principale è legato essenzialmente all’inclinazione degli impianti posteriori, in quanto vi è maggior rischio che la protesi possa rompersi.
In più, a differenza della Toronto, se un impianto di una protesi All on 4 fallisce, l’intero lavoro è da rifare.

Pro e i contro della Toronto bridge?

Qualora si decidesse di eseguire una riabilitazione con protesi fissa su impianti che preveda la Toronto bridge, a livello della mandibola solitamente vengono inseriti 5 o 6 impianti.  L’alternativa per la Toronto bridge nel mascellare superiore invece, si esegue con un numero di impianti fra 6 e 8.

I vantaggi della Toronto bridge invece sono:

  • Maggior sostegno della protesi con minor rischio di frattura, soprattutto per denti in ceramica;
  • Maggior numero di impianti, che si traduce in un vantaggio qualora dovessero esserci dei problemi a qualche impianto.

protesi fissa su impianti

Gli svantaggi sono legati al costo maggiore, legato soprattutto dal numero maggiore di impianti. Un ulteriore aspetto negativo è la necessità di eseguire ricostruzioni ossee per poter posizionare gli impianti in zone particolarmente riassorbite.

Altre metodiche simili

Ultimamente alcuni professionisti hanno proposto anche protesi fisse su un numero minore di impianti, chiamate Fixed on 3, Fixed on 2 e Fixed on 1 (rispettivamente protesi fisse su 3, 2 o addirittura un solo impianto).

Queste metodiche sono solitamente rivolte a pazienti molto anziani o con malattie sistemiche che raccomandano una riabilitazione implantare estremamente semplice.

Naturalmente non presentano la stessa garanzia a lungo termine, ma sono un compromesso in quei casi che non possono essere risolti con le altre metodiche più sperimentate.

fixed on 2

Il concetto rimane sempre il medesimo, ovvero che qualsiasi protocollo chirurgico e protesico deve sempre essere rapportato alle necessità del paziente, per trovare la soluzione o le soluzioni che meglio si adattano al suo caso specifico.

Citazione su “Protesi fissa su impianti: ecco come avere tutta l’arcata in poche mosse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *